LES SAVEURS DU PALAIS
La creatività anarchica dello chef Christian Mandura incontra l’eleganza barocca di Palazzo Saluzzo Paesana

Riflessi di Francia

Con la partecipazione di STEFANO SFORZA (Les Petites Madeleines)

Martedì 15 maggio 2018 ore 20

Palazzo Saluzzo Paesana (Appartamento Padronale)


Christian Mandura

Sul suo curriculum c’è scritto Noma, Del Cambio (con Matteo Baronetto)… Solo per citare le esperienze più significative che ha collezionato in giro per l’Italia e il mondo. Ma Christian Mandura, 27 anni portati con la sicurezza di chi ha un solido bagaglio alle spalle, per trovare se stesso in cucina ha dovuto (voluto) tornare a casa. Anche quando casa significa Chieri, tranquilla cittadina piemontese alle porte di Torino, 15 chilometri a est del capoluogo. Lì ha mosso i primi passi dopo l’alberghiero, sulle colline che circondano la città, alla Taverna di Fra Fiusch di Revigliasco, un indirizzo che più tradizionale non si può per legame con il territorio e la cucina piemontese, eppure moderno negli intenti, “il modello per la trattoria torinese dei giorni nostri prima che nascesse il Consorzio”. Ma Christian, che ai fornelli ha sempre visto muoversi con confidenza sua madre, fino a qualche anno fa alla guida di un circolo con cucina informale, quella di sostanza per i lavoratori in pausa pranzo, il pallino per l’alta cucina l’ha coltivato dall’inizio: “Prima è arrivata la Toscana, a Le Sale di San Vincenzo, un passaggio a Londra, poi ancora Italia. Finché non sono partito per il Noma, e di nuovo a casa, a Torino, per imparare al fianco di Matteo Baronetto”. Tappe di peso nell’influenzare quella visione gastronomica che oggi ha trovato maturità e personalità nel suo ristorante, il Geranio (79 punti sulla guida del Gambero Rosso), arrivato poco più di due anni fa a riportarlo con i piedi per terra. Ma nel senso più positivo, e propositivo del termine.

 

Stefano Sforza

Stefano Sforza, 31 anni, torinese, dopo il diploma all’Istituto Alberghiero di Lanzo, a 17 anni si confronta con l’estro e la maestria di Alain Ducasse grazie ad uno stage nel suo ristorante. Un’esperienza altamente formativa che lo porterà poi a sperimentarsi nelle cucine di strutture stellate (Ristorante dell’Hotel Bellevue di Cogne) e di riconosciuto prestigio (Ristorante del Cambio di Torino, Ristorante Trussardi alla Scala a Milano) sino a ricoprire il ruolo di Head Chef al Ristorante Gemma di Rosa del Relais Bella. A distinguere la sua cucina la valorizzazione della gastronomia italiana, con focus quella tradizionale piemontese, la massima attenzione nella selezione della materia prima e nella cura per le cotture, la predilezione per il mondo vegetale. Lo conferma una delle sue ricette iconiche: il “Giardino dello chef” (panoramica di verdure stagionali servite con metodi di cottura, consistenze e forme molteplici) valsogli il premio “Miglior piatto della serata” al Concorso “Miglior chef emergente Nord Italia 2016”. Il risultato è una proposta gourmet chiara, leggera, comprensibile ed interessante negli abbinamenti in cui è sempre presente un tocco di croccantezza ed uno di acidità.

 


L’Appartamento Padronale di Palazzo Saluzzo Paesana (www.palazzosaluzzopaesana.it) prosegue la stagione culturale 2018 con il quinto appuntamento dedicato a chi ama il gusto e l’alta gastronomia, grazie al recente recupero dei locali dove originariamente si trovava la cucina dei Marchesi di Saluzzo, ora diventata il “cuore pulsante” del Palazzo, una sorta di “quinta sala” che dialoga con le sale auliche e consente agli ospiti di vivere un’esperienza multisensoriale inconsueta, riappropriandosi di uno spazio storico della città.

Per l’appuntamento di maggio, il “resident chef” di Palazzo Christian Mandura ha pensato di coinvolgere Stefano Sforza, Executive Chef de Les Petites Madeleines del Turin Palace Hotel. Sforza proporrà alcuni dei grandi classici della cucina francese rivisitati in chiave contemporanea, conducendo gli ospiti in un viaggio gastronomico basato su tipici ingredienti della cucina d’oltralpe, che spazieranno dai crostacei al coniglio alle ostriche, creando un percorso tra aristocrazia e futurismo culinario capace di esaltare il carattere trasgressivo e al contempo sabaudo che contraddistingue la sua cucina.

Il servizio prevede un aperitivo di accoglienza nelle prime sale del Palazzo, curato da Compagnia dei Caraibi, seguito da una cena placé di diverse portate, con degustazione di champagne Louis Follea Brut Tradition e Brut Gold Edition abbinata, proposta in un allestimento di sala su “social table” da 10 coperti, pensati per invitare gli ospiti alla conversazione e alla condivisione delle esperienze.

Ad evocare ulteriormente le atmosfere eleganti proprie dell’Appartamento Padronale, a conclusione della serata verrà offerta ai partecipanti una performance artistica a sorpresa, dedicata alle atmosfere salottiere a cavallo tra Otto e Novecento a Torino.

Il ciclo di eventi LES SAVEURS DU PALAIS fa parte di Bocuse d’Or Europe OFF 2018, la stagione di eventi culturali rivolti al grande pubblico, a Torino dall’8 al 16 giugno, con anticipazioni in tutto il Piemonte a partire da fine marzo, per festeggiare il prestigioso concorso di alta cucina Bocuse d’Or Europe, per la prima volta in Italia, a Torino l’11 e 12 giugno.

Nato dall’idea che la cucina è cultura, è espressione di contemporaneità e delle identità di un territorio, in continuo dialogo con altre arti e discipline con cui condivide una visione di futuro, Bocuse d’Or Europe OFF 2018 vede la partecipazione di musei e istituti culturali, protagonisti del mondo dell’enogastronomia, partner pubblici e privati. Mostre, talk, incontri, spettacoli, laboratori, attività per famiglie e feste nei luoghi più belli e significativi del territorio per omaggiare la tradizione enogastronomica italiana e internazionale. Programma completo su www.bocusedoreuropeoff2018.it

L’ingresso è riservato ai soci del circolo culturale BAROCK, che hanno diritto a un canale privilegiato per accedere alle iniziative culturali e artistiche ospitate e organizzate Palazzo Saluzzo Paesana, oltre a una serie di altri vantaggi. Sarà possibile iscriversi all’associazione direttamente in serata.

 

Valore dell’esperienza: 100 Euro
(costo tessera iscrizione annuale all’associazione culturale BAROCK: 20 Eur)

 

EVENTI SU PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA – CLICCA QUI PER PRENOTARE
INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI: 347 0103021 – eventi@palazzosaluzzopaesana.it
SI INVITA A COMUNICARE EVENTUALI ALLERGIE, INTOLLERANZE O ANTIPATIE ALIMENTARI ALL’ATTO DELLA PRENOTAZIONE

 

MiseEnPlace_PalazzoSaluzzoPaesana